(08) 123 456 7890

info@coccinellaline.it

Materie prime

Un’attenta selezione di piante officinali che coltiviamo in modo naturale.

MALVA SYLVESTRIS
La malva è una pianta appartenente alla famiglia delle Malvaceae. Il nome deriva dal latino malva ed ha il significato di molle, perché dai tempi più antichi se ne riconoscono le proprietà emollienti. È ricchissima di polifenoli e vitamine, proprietà preziose per l’organismo umano.

La malva viene utilizzata in cosmesi grazie alle sue azioni emollienti, ammorbidenti, rinfrescanti, disarrossanti e antinfiammatorie sulla pelle.

La malva ha anche ottime proprietà antinfiammatorie, sia per la gola che per le prime vie respiratorie, con un buon effetto antitosse, espettorante e decongestionante.

MELISSA OFFICINALIS
La melissa è una pianta molto diffusa che emana un gradevole aroma di limone.

Oltre ad avere proprietà antiossidanti, antispasmodiche e carminative è molto utile contro stress e insonnia in quanto rilassante e calmante.

MENTA PIPERITA

La menta piperita è una pianta aromatica balsamica, antisettica, molto rinfrescante e diuretica, le cui proprietà benefiche sono note fin dai tempi degli egizi e degli antichi romani che la adoperavano prevalentemente in cucina.
La menta inoltre può essere adoperata anche come rimedio naturale per le sue proprietà benefiche, infatti la tisana alla menta è un ottimo digestivo ed è utile contro la gastrite e gli spasmi dolorosi.
La sua azione balsamica aiuta in caso di raffreddore e tosse persistente, è difatti antisettica, decongestionante e fluidificante.

TIMO (Thymus vulgaris)
La sua varietà più diffusa e comune cresce in maniera spontanea in Italia e va sotto il nome scientifico di Thymus vulgaris.
Molte le proprietà curative riconosciute al timo, tra le quali spiccano senz’altro l’azione disinfettante, antisettica, antibatterica antifungina e antinfiammatoria.
Questa pianta aromatica trova uno dei suoi più ampi settori di utilizzo nelle malattie respiratorie e nelle affezioni del cavo orale, sfruttando le sue proprietà balsamiche ed espettoranti.

ZAFFERANO
Il suo nome deriva dal latino e significa “giallo” che è poi il tipico colore dell’estratto che se ne ricava.
Il suo nome botanico è invece Crocus sativus che si adatta a climi poco piovosi.
Il fiore nasce da un bulbo, da cui si sviluppa il gambo e soprattutto la corolla tribolata dal colore violaceo.
Di questo fiore vengono poi utilizzati gli stimmi.
Lo zafferano è conosciuto ed utilizzato come spezia per il suo aroma molto apprezzato, esalta ed arricchisce sapori e dà colore alle pietanze.
Lo zafferano ha diverse proprietà tra cui quella antiossidante, digestiva, ipotensiva, antinfiammatoria, antidepressiva ed afrodisiaca.